Anello sulla Serra di Ivrea – Valle della dora Baltea

LA SERRA DI IVREA TRA GEOLOGIA E ANTICHI BORGHI

( Montestrutto – Valle della Dora Baltea – TO )

In questo periodo in cui la neve raramente si ferma a basse quote è bello percorrere itinerari alternativi, che riescono a stupirci per le loro immense ricchezze in termini paesaggistici, storici e culturali. La famosa Serra di Ivrea nasconde una gran quantità di siti molto interessanti e suggestivi, che vogliamo portarvi a scoprire grazie a questa escursione poco impegnativa…

RITROVO E PARTENZA IN AUTO: Ore 8.00 a Collegno presso il parcheggio del centro commerciale Kiabi Unieuro (uscita statale 24 della tangenziale).

ITINERARIO IN AUTO: Torino – Ivrea – Montestrutto

INIZIO ESCURSIONE A PIEDI: ore 9,30 da Montestrutto (262 m)

DISLIVELLO: 600 m circa

DIFFICOLTA’: E, medio

TEMPO DI PERCORRENZA: 5,00 ore

ABBIGLIAMENTO: indumenti caldi e impermeabili da escursionismo, calzature adeguate, bastoncini (consigliati).

DESCRIZIONE: il nostro itinerario avrà inizio da Montestrutto, una frazione del comune di Settimo Vittone, quasi ai confini con la vicina Valle d’Aosta. Saliremo tra coltivazioni di vite e boschi di castagno, toccando la borgata di Nomaglio con alcuni siti di interesse storico-culturale. Ci dirigeremo quindi per boschi verso il borgo di Andrate. Da qui ripartiremo poi per seguire un itinerario ad anello e rientrare a Montestrutto.

N.B: L’escursione è condotta da un Accompagnatore Naturalistico e turistico (Gabriele gabriele@escuriosandotrekking.it , tel 347 1449201) . L’organizzazione si riserva di modificare o sostituire l’itinerario in caso di meteo avverso, pericoli oggettivi, non raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Vigne2 Vigne



PARTECIPANTI


NOLEGGIO


SOCIO

GIA' SOCIO ESCURIOSANDO TREKKING 2016/2017


Inserisci il codice nel campo: captcha



Una replica a “Anello sulla Serra di Ivrea – Valle della dora Baltea”

  1. Gabriele ha detto:

    La gita si trova nella zona meno toccata dalle piogge di Domenica, quindi la realizzeremo comunque perchè vogliamo farvi conoscere il lato culturale e paesaggistico di questi magnifici posti, mulattiere lastricate, antichi mulini e stazioni di posta, marmitte scavate nella roccia, insomma un patrimonio culturale ed etnologico che la pioggia non potrà lavare via…inoltre sul cammino troveremo molti posti dove riscaldarci e bere qualcosa di caldo…questo è l’autunno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *